skip to Main Content

Dubai South Free Zone

Dubai South Free Zone è uno dei progetti più ambiziosi degli Emirati Arabi Uniti. Si estenderà su una superficie di 145 km², nell’area di “Madinat Al Matar” che si trova attorno all’Aeroporto Internazionale Al Maktoum, progettato per ospitare 200 milioni di passeggeri e 12 milioni di tonnellate di merci l’anno.

All’interno di Dubai South troveranno posto l’Exhibition District (EXPO 2020), il Residential District, l’Aviation District, il Golf District, l’Humanitarian District, il Commercial District, il Logistics District e il Logistics Corridor che collegherà l’area di Dubai South al nuovo porto commerciale di Jebel Ali.

09-03-2016 - Studenti della facoltà di Ingegneria dell'Università Ajman visitano il progetto Dubai South. © www.dubaisouth.ae

Dubai South Free Zone. I vantaggi per le imprese.

I motivi principali per esportare verso Dubai e da Dubai verso il resto del mondo sono tre.

L'interesse Degli Imprenditori Emiratini Alle Eccellenze Italiane

L'interesse degli imprenditori emiratini alle eccellenze italiane

Le aziende degli Emirati guardano con un occhio speciale alle piccole e piccolissime aziende artigianali italiane che realizzano prodotti di altissima qualità in diversi settori, dall’arredamento all’alimentazione, dalla moda al design.

Questo interesse è motivato dal desiderio di creare partnership con le aziende italiane e distribuire negli Emirati i prodotti del Made in Italy senza interferire con la proprietà dell’azienda. In breve le aziende degli Emirati vogliono essere partner commerciali delle aziende italiane e non acquistarle come accade in altri casi.

La Potenzialità Di Espansione In Altri Mercati Mondiali

La potenzialità di espansione in altri mercati mondiali

È fondamentale essere presenti fisicamente a Dubai e negli Emirati Arabi che si candidano a diventare lo snodo, l’hub, il polo più dinamico per raggiungere altre destinazioni in altri continenti, dall’Europa all’Asia alle Americhe.

Ciò avviene anche grazie a collegamenti con il resto del mondo garantiti da mezzi di trasporto sempre più moderni e in grado di gestire logistica per milioni di tonnellate di merci.

Non basta pensare di creare rapporti commerciali con una email o qualche telefonata dall’Italia. Occorre essere sul posto, in Outsourcing o con un ufficio vero e proprio.

I Vantaggi Fiscali

I vantaggi fiscali

In poche parole ciò che interessa la grande maggioranza delle aziende è il  sistema fiscale dei Emirati Arabi Uniti: molto snello e conveniente per imprese che hanno sede in paesi con una forte tassazione come l’Italia. Inoltre:

  • nessuna tassazione sugli utili
  • nessuna tassazione per il dipendente, cioè nessun contributo per datore di lavoro sia per il dipendente, lo stipendio erogato è esattamente quello percepito
  • Iva al solo 5% (in vigore dal 01/01/2018) e non per tutte le società

 

Per approfondire l’argomento ti invito a leggere l’articolo sul tema dell’Iva a Dubai (attenzione, ancora oggi, su Internet molte pagine attirano l’attenzione con titoli come: “A Dubai non esiste l’IVA”)

Il progetto urbanistico Dubai South

Dubai South è un progetto di pianificazione urbanistica che copre un’area di 145 km². È chiamato anche “La città per te” o “La città progettata intorno a te”. L’obiettivo è di  sostenere una popolazione di circa un milione di persone. Pensato come un programma di pianificazione economica, è stato progettato per supportare ogni tipo immaginabile di impresa e industria. Il progetto potrà creare circa 500.000 posti di lavoro.

Lanciato come un progetto del Governo di Dubai nel 2006, Dubai South è controllato da Dubai Aviation City Corporation.

Identificato come progetto urbano di punta degli Emirati Arabi Uniti, Dubai South sta emergendo come luogo preferito di Dubai in cui vivere, lavorare e investire.

Il progetto è fondato sulla visione di Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e governatore di Dubai, e riflette i temi del Piano di Dubai 2021:

  • Diventare la città popolata da persone felici, creative e in grado di sviluppare il proprio potenziale
  • Creare una società inclusiva e coesiva
  • Costruire una città “intelligente” e sostenibile
  • Diventare un elemento cruciale nell’economia globale

A prima vista possono sembrano parole intrise di retorica. Tuttavia, i recenti interventi in tema di sostenibilità e le iniziative ed i riconoscimenti in milioni di dollari collegati all’innovazione dimostrano che si tratta di azioni concrete che attirano aziende innovative da tutto il mondo.

Il progetto Dubai South sarà parte dell’aeroporto internazionale Al Maktoum (che diventerà il più grande aeroporto del mondo, una volta completato) e sarà la sede di eventi importantissimi come il World Expo 2020 (Expo 2020 Dubai)  e il Dubai Airshow: grazie ad eventi come questi Dubai South è il futuro volto dell’emirato.

Una città completamente integrata, Dubai South è ben collegata con il resto del paese attraverso tre vie di comunicazione: Autobus RTA (Roads & Transport Authority), dalla metropolitana che festeggia quest’anno i 10 anni di attività e, in futuro, dalle ferrovie statali Etihad Rail.

Il progetto di urbanizzazione Dubai South
è composto da 8 distretti.

Distretto aeronautico

Il distretto aeronautico di 6,7 chilometri quadrati si trova adiacente all’aeroporto internazionale Al Maktoum e in prossimità del porto di Jebel Ali.

Il distretto – che presenta anche il prossimo terminal dell’aviazione commerciale – soddisfa tutti gli aspetti pratici delle industrie aeronautiche e aerospaziali, dalla progettazione e sviluppo al funzionamento e utilizzo degli aeromobili.

Al di là del suo focus sull’aviazione, il distretto ha zone ben definite per settori come l’ospitalità, l’istruzione, la ricerca e lo sviluppo, oltre a terreni per sviluppi a uso misto.

Distretto logistico

Il distretto logistico si sviluppa per 21 km², è progettato per consentire alle imprese a ciclo-veloce di fornire servizi a valore aggiunto come la produzione e l’assemblaggio.

Il distretto si rivolge ad aziende locali, regionali e internazionali, dalle PMI alle multinazionali, tra cui la contract logistics, fornitori di logistica di terze parti, 3PL (Third Party Logistic Service Provider – Fornitori di servizi logistici integrati), spedizionieri, agenti e commercianti.

Come un vero e proprio hub multi-modale abbraccia mare, terra e aria, il Distretto per la logistica contribuisce attivamente alla reputazione di Dubai come centro logistico globale.

Un fattore integrante è il Dubai Logistics Corridor, un ponte dedicato che collega Dubai South con il porto di Jebel Ali, formando un’unica zona franca che copre una superficie di oltre 200 km².

Il distretto comprende anche aree per usi diversificati.

Distretto umanitario

Questa parte di Dubai South si prevede che diventerà un importante centro regionale per il coordinamento degli interventi di emergenza e le operazioni di soccorso.

Le infrastrutture di supporto comprendono edifici per uffici, magazzini, sale conferenze e strutture di formazione per le Nazioni Unite, la Città Umanitaria Internazionale ed altre agenzie umanitarie.

Business Park

Situato alle porte di Dubai South, il Business Park Free Zone comprende 11 edifici moderni che offrono una gamma versatile di spazi per uffici adatti per le esigenze aziendali e amministrative di tutti i tipi di imprese – come start-up, PMI o multinazionali. È situato tra giardini magistralmente progettati ed è dotato di vari servizi rivolti alle imprese ed al personale.

Dubai South Free Zone Business Park
Dubai South - Business Park - © www.dubaisouth.ae

Distretto residenziale

Si sviluppa su 7,8 km²; il quartiere residenziale è progettato minuziosamente per offrire uno stile di vita di altissima qualità.

Si tratta di un concetto innovativo per lo urban living il cui scopo è il benessere delle persone. Il progetto residenziale di punta di Dubai South, The Pulse è stato lanciato nel settembre 2016. È uno spazio dinamico incentrato su di un viale a 6 corsie, largo 70 metri. È un nuovo concetto di lifestyle che riunisce negozi, hotel, spazi per il tempo libero e tutte le moderne necessità dei residenti all’interno di un’area integrata.

Il quartiere residenziale offrirà anche i migliori servizi di ospitalità al mondo con numerosi rinomati marchi di catene alberghiere internazionali la cui inaugurazione è prevista dal 2017 in poi; si potrà soggiornare presso hotel come Hilton, Aloft, Holiday Inn, Grand Millennium, Staybridge Suites e Studio M.

Distretto espositivo

L’area di 4,38 km² è dedicata a fiere e al settore MICE (Meeting, Incentive, Congressi ed Esposizioni). È la sede di eventi chiave, tra cui il World Expo 2020.

Aeroporto internazionale

Dubai South ospiterà l’aeroporto più grande del mondo, quando sarà terminato, il “Al Maktoum International Airport” (‘AMIA’, codice IATA: ‘DWC’).

L’aeroporto ha iniziato ad operare con i voli cargo nel 2010 e con i voli passeggeri nel 2013. Una volta completato, l’aeroporto avrà cinque piste in grado di trasportare 200 milioni di passeggeri e 12 milioni di tonnellate di merci all’anno.

Distretto del golf

L’area misura 13,6 km² e promette uno stile di vita lussuoso con aree immobiliari realizzate attorno a un campo da golf a 18 buche. Una parte significativa del quartiere è costituita dall’area Emaar South, una joint venture tra Emaar e Dubai South.

Emaar South è un’area a sviluppo diversificato che offre un nuovo concetto di abitazioni residenziali multipiano ed edifici residenziali di tipo classico come villette a schiera.

Lanciato nel settembre 2016, il progetto Emaar South è un’area abitata di 7 km² con 15.000 case, negozi interni all’area, campo da golf a 18 buche e club privato, hotel 3 e 4 stelle, scuole elementari (K-12) e servizi per il tempo libero.

Dubai South Free Zone - Vista campo da golf Emaar South
Back To Top