skip to Main Content

Chi eroga i contributi per l’internazionalizzazione?

Abbiamo condensato in poche righe l’argomento che sembra interessare di più le più aziende, italiane o straniere.
La brevità dell’esposizione serve a inquadrare in modo semplice e veloce il tema dell’erogazione dei contributi per l’internazionalizzazione delle imprese.

In Italia i contributi per l’internazionalizzazione delle imprese sono erogati principalmente da Istituzioni o Enti, come

  • Le singole Camere di Commercio
  • Reti di Camere di Commercio
  • Le Regioni
  • Il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE)
  • La Simest (società controllata dalla SACE Spa a sua volta controllata dal Gruppo Cassa Depositi e Prestiti) specializzata nel sostegno alle aziende italiane che vogliono internazionalizzarsi.

Forme di finanziamento per la realizzazione di progetti di internazionalizzazione in Paesi extra-UE e contributi per l'internazionalizzazione delle imprese.

Oltre ai contributi a fondo perduto per l’internazionalizzazione, esistono altri tipi di contributi ai quali le aziende possono avere accesso e sono:

  • Fondi rotativi a tasso agevolato, da restituire in 4/6 anni, in relazione al tipo di finanziamento
  • Finanziamenti agevolati per l’inserimento temporaneo di TEM, Temporary Export Manager
  • Finanziamenti agevolati per programmi di inserimento sui mercati extra UE
  • Finanziamenti agevolati per la realizzazione di Studi di Fattibilità e Programmi di assistenza tecnica in Paesi extra UE
  • Finanziamenti agevolati a favore delle piccole e medie imprese – PMI – esportatrici
  • Finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione
  • Garanzie sui Finanziamenti
  • Garanzie sulle Obbligazioni
  • Investimenti Equity
  • Contributo Export
  • Factoring
  • Voucher per l’internazionalizzazione delle imprese
  • Contributi al credito all’esportazione
  • Fondo di Venture Capital

Quali requisiti occorre possedere per partecipare ad un bando per ottenere contributi per l'internazionalizzazione delle imprese?

Contributi per internazionalizzazione imprese - Illustrazione del diagramma a torta del piano finanziario

Poiché ogni bando riguarda interventi specifici legati all’internazionalizzazione delle imprese, è evidente che i requisiti siano diversi di volta in volta.

Ad esempio può essere richiesta la sede in una determinata provincia, regione o area geografica; può essere necessario dimostrare di possedere specifici requisiti come essere esercenti attività di produzione di beni/servizi e/o di trasformazione, assemblaggio, ideazione, creazione, ecc.; possono inoltre essere richieste particolari condizioni di equilibrio economico-finanziario ed altri dati di bilancio per valutare l’assetto economico dell’azienda.

Per capire meglio vediamo il Voucher per l’internazionalizzazione a favore delle imprese erogato dal MISE.

Come funziona il Voucher per l’internazionalizzazione

Lo scopo di questo strumento è di aiutare le PMI a espandersi sui mercati esteri e contempla un contributo a fondo perduto per chi esporta su mercati emergenti come ad esempio, il Medio Oriente, grazie all’attività di un TEM.

Destinatari del voucher:

  • le micro, piccole e medie imprese in qualsiasi forma giuridica
  • la rete di imprese tra PMI, a condizione di un fatturato di minimo realizzato di cinquecentomila euro nell’ultimo esercizio (vincolo non applicabile per le start up).

Per ottenere il contributo è necessaria compilazione della domanda tramite la procedura telematica sul sito del Mise.

Terminata la procedura di registrazione avviene l’assegnazione dei Voucher da parte del MISE  in base all’ordine di ricezione delle domande.

Tipologia dei Voucher:

  • Early Stage ed Advanced Stage, diversi per tipologia di contributo richiesto e durata del servizio richiesto.

Questo breve esempio illustra ciò che molte aziende italiane hanno realizzato, grazie a queste agevolazioni, implementando strategie di internazionalizzazione ed iniziando un percorso che le ha portate ad essere stabilmente presenti su mercati esteri con una espansione graduale.

La tua azienda possiede i requisiti per ottenere contributi?

Se la tua impresa ha tutte le carte in regola per partecipare i bandi e ottenere contributi per l’internazionalizzazione entra in contatto con i nostri esperti per altre informazioni.

Per sapere di più sulla figura del TEM, Temporary Export Manager in Outsourcing, puoi leggere il post:
Temporary Export Manager Requisiti

Per conoscere vantaggi e rischi dell’internazionalizzazione delle imprese puoi leggere il post:
Internazionalizzazione delle imprese: pro e contro

Back To Top